Artec Space Spider incontra Car SOS per restaurare una delle automobili classiche più vendute in Gran Bretagna

La sfida: ricreare un raro componente di un'auto d'epoca non più in produzione in un breve periodo di tempo per inserirlo all'interno dell'auto come se fosse l'originale.

La soluzione: Artec Space Spider, Artec Studio, Autodesk Fusion 360, GrabCAD Print, stampante 3D Stratasys Fortus 400mc

Il risultato: in meno di un'ora è stata acquisita una scansione 3D della console centrale, pulita e fedele alle dimensioni originali, pronta per la stampa 3D e per riportare l'auto al suo antico splendore.

I conduttori di Car SOS TV (a sinistra e al centro) e il fortunato proprietario della Ford Cortina Mark III restaurata dopo la grande rivelazione (Foto: https://www.leicestermercury.co.uk)

Vi presentiamo Bobby

Quando lo storico e scrittore sikh di 54 anni Bobby Singh acquistò la sua Ford Cortina Mark III XL nel 1999, non pensava che ci sarebbe voluto molto prima che lui e la sua auto d'epoca anni '70 tornassero sulla strada.

Ma i suoi piani subirono un brusco arresto nel 2002 quando Bobby, allora sulla trentina, ebbe un ictus. Non molto tempo dopo, nel 2008, la sua azienda di famiglia fallì e a Bobby venne diagnosticata una malattia cardiaca. Durante questa devastante catena di eventi, la famiglia di Bobby perse tutto. Poi, nel 2018, arrivò un'altra brutta notizia: i medici scoprirono un tumore benigno nel cervello di Bobby.

Per più di 20 anni la sua Mark III è rimasta rinchiusa nel garage della casa di famiglia a Syston, una città nelle East Midlands, in Inghilterra. L'auto, un tempo un gioiello, aveva sofferto visibilmente col passare del tempo, ricoprendosi di corrosione, marciume e polvere.

Car SOS al salvataggio

Un giorno, sua moglie Harvinder e il loro figlio Aman decisero di far risorgere il vecchio sogno automobilistico di Bobby. E cosa fanno le persone nel Regno Unito quando hanno bisogno di salvare la macchina di un amico o un familiare dal suo arrugginito destino? Esatto: chiamano Car SOS, un programma televisivo automobilistico britannico in onda su National Geographic che documenta restauri di auto d'epoca fatti in segreto per proprietari bisognosi o sfortunati. Il programma è guidato da due conduttori, l'appassionato di auto Tim Shaw e il maestro meccanico Fuzz Townshend, che insieme al loro team di tecnici automobilistici riportano in vita questi vecchi classici.

Toccati dalla storia che Harvinder e Aman hanno condiviso, Tim e Fuzz sono intervenuti immediatamente per aiutarli. Senza indugio, si sono messi d'accordo per incontrare Harvinder e Aman e ritirare la Mark III di Bobby per rimetterla in sesto, con la speranza che il progetto avrebbe dato a Bobby una tanto necessario incoraggiamento.

I conduttori di Car SOS incontrano per la prima volta la famiglia di Bobby e la sua auto (Foto: National Geographic)

Sebbene a prima vista l'auto sembrasse in condizioni abbastanza decenti, l'equipaggio della leggendaria officina Car SOS di Birmingham ha condotto un accurato check-up, seguito dallo smontaggio, che ha rivelato che la Ford Cortina di Bobby aveva bisogno di una considerevole e personalissima messa a nuovo.

Ad esempio, quasi l'intero sottocarro si era arrugginito ed era ricoperto di marciume, il motore Kent Crossflow da 1600 cc era completamente usurato, richiedendo un nuovo set di guarnizioni e manutenzione, e gli assi posteriori, noti per essere soggetti a usura, richiedevano un'accurata ispezione e restauro.

Mancavano anche alcune parti, inclusa la console centrale. Tim, responsabile dell'approvvigionamento di tutte le parti nel programma, è stato inviato in missione per trovarla. L'approvvigionamento di ricambi e componenti per auto d'epoca è sempre una sfida (non solo per questi tecnici!), e questa volta il presentatore è stato sfortunato nella sua caccia al pezzo mancante. È riuscito tuttavia a prenderne uno in prestito per alcuni giorni, in modo che potessero usarlo come modello di riferimento per progettare la nuova console. Ma, data la tempistica ristretta dello show, avevano bisogno di una soluzione in fretta. Quella soluzione era, ovviamente, la scansione 3D e la stampa 3D.

La scansione 3D presso Central Scanning, Ltd.

Per costruire una riproduzione 3D estremamente accurata della console della Cortina, Tim ha contattato Central Scanning, un ambasciatore Artec nel Regno Unito. Con sede a Birmingham, Central Scanning è dal 2006 uno dei principali fornitori di prodotti e servizi di scansione 3D del Regno Unito, coprendo un'ampia gamma di settori, dall'aerospaziale all'ingegneria, nonché applicazioni mediche e artistiche. In qualità di esperti di scansione 3D, gli ingegneri di Central Scanning hanno realizzato innumerevoli progetti con l'aiuto degli scanner Artec 3D, e questo non ha fatto eccezione.

"Molti di noi di Central Scanning sono appassionati di auto e io stesso possiedo alcune auto d'epoca", ha affermato Nick Godfrey, amministratore delegato di Central Scanning. Per Nick e il suo team Car SOS è sempre stato fonte di interesse, soprattutto perché i membri del team del programma vivono tutti a Birmingham.

"È sempre stato bello pensare che un giorno Central Scanning sarebbe apparsa in TV. Perciò, quando sono iniziate le discussioni, eravamo molto desiderosi di supportare questo progetto, per quanto possibile."

Tim Shaw di Car SOS e il team di Central Scanning (Foto: Central Scanning)

Avendo già scansionato di tutto nel campo automobilistico, intere macchine, telai, parti del motore, parti interne e componenti delle sospensioni per auto d'epoca, il team era pronto per la sfida. Tom White, all'epoca application engineer di Central Scanning, incontrò Tim nella sua officina subito dopo il trasferimento segreto della Ford nei locali di Car SOS. Dopo aver esaminato la console, Tom ha concluso che Artec Space Spider sarebbe stato lo scanner 3D più adatto per il lavoro.

Sviluppato per l'uso sulla Stazione Spaziale Internazionale, Artec Space Spider è noto per la sua capacità di catturare forme complesse e dettagli fini con una precisione metrologica fino a 0,05 mm e una risoluzione ultra elevata fino a 0,1 mm. Questo è il motivo per cui molti ingegneri, e in particolare i meccanici automobilistici, utilizzano lo scanner per il reverse engineering, nonché per l'ispezione di qualità delle parti per auto.

Video: National Geographic

Sebbene questa console non sia particolarmente grande, presenta una finitura nera lucida: un tipo di superficie notoriamente difficile da scansionare in 3D. Per facilitare il processo, l'oggetto è stato rivestito con uno spray opacizzante prima della scansione. In questo caso, Tom ha utilizzato lo spray opacizzante AESUB Blue, che sarebbe scomparso dalla superficie dopo la scansione.

L'obiettivo era creare un modello accurato e realistico per la stampa 3D. Nel giro di un'ora il pezzo è stato preparato per la scansione, tutti i suoi dati sono stati acquisiti e ne è stata elaborata prima una mesh e poi un modello CAD in Artec Studio, con a seguire alcune modellazioni aggiuntive eseguite in Autodesk Fusion 360. Dopo essere stato preparato in GrabCAD Print, il file STL finale è stato stampato in 3D; ci sono volute altre 8 ore per creare una copia esatta della console, strato per strato.

Parlando del motivo per cui la scansione 3D è stata scelta come metodo per ottenere la console mancante, Nick ha affermato: "La scansione ha fornito una soluzione rapida per poter ottenere dati accurati senza danneggiare la parte originale, che Tim aveva "preso in prestito" da un'altra macchina!"

Un'alternativa poteva essere quella di prendere uno stampo dalla parte e realizzarne un calco in fibra di vetro, ma questa opzione avrebbe richiesto più tempo e sarebbe stata molto più costosa.

Era necessario creare una replica esatta per preparare l'auto per la strada (Foto: National Geographic)

Proprio così, la parte mancante è stata ricreata da capo a piedi, con una precisione inferiore al millimetro, e presto Tim è tornato in officina con una console fresca di stampa 3D.

Che il restauro abbia inizio!

Eppure era troppo presto perché la nuova parte prendesse il suo posto all'interno della Ford Cortina; era solo l'inizio di quello che si è rivelato essere un restyling totale. Mentre Tim stava cercando questa rarissima parte di ricambio, Fuzz portava alla luce tutta una serie di problemi meccanici mentre osservava più da vicino il motore a flusso incrociato e il suo funzionamento interno.

Il motore era completamente usurato e aveva bisogno di una revisione completa, e anche la carrozzeria non aveva un bell'aspetto. Una volta terminata la sabbiatura della Cortina (un processo che prevede la rimozione di vernice o ruggine dalla carrozzeria o telaio dell'auto), sono emersi altri problemi: l'intero corpo dell'auto d'epoca era ricoperto di buchi e macchie.

Riportare l'auto alla sua levigatezza originale con la sabbiatura (Foto: National Geographic)

Il team di carrozzeria di Car SOS si è messo subito al lavoro, saldando e molando per eliminare quei buchi e rendere la superficie della carrozzeria liscia come una volta. In seguito, la carrozzeria dell'auto è stata spedita nella cabina di verniciatura per uno strato di vernice color mandarino in puro stile anni '70. Quindi, è arrivato il momento di iniziare i lavori di meccanica: installare delle nuovi guarnizioni nell'asse posteriore e riempirlo con dell'olio nuovo, riparare i dischi della frizione e molto altro.

Successivamente, tutte le parti interne ed esterne nuove e restaurate sono state reinstallate nella carrozzeria appena verniciata, inclusa la console centrale precedentemente scansionata e stampata in 3D.

Una volta montati insieme tutti i pezzi, è arrivato il momento per Tim e Fuzz di avviare il motore e restituire a Bobby la sua Ford Cortina Mark III completamente restaurata.

La grande rivelazione

Doveva essere una giornata come tante altre per Bobby, senza piani particolari tranne una breve intervista sul suo ultimo romanzo storico con un canale televisivo indiano locale. O così almeno credeva...

Insieme a sua moglie e i suoi due figli, Bobby è arrivato al Belvoir Castle, un bellissimo luogo storico nel Leicestershire rurale, dimora dei duchi di Rutland per quasi 1.000 anni e l'ambiente perfetto per una così grande rivelazione. Tutto era al suo posto. Con questo meraviglioso castello sullo sfondo, Bobby ha iniziato l'intervista, fino a quando non è stato bruscamente interrotto dall’arrivo di un carro attrezzi . Al suo interno, un vecchio arnese arrugginito che sembrava proprio la Cortina di Bobby - e anche un chiassoso guidatore che sembrava proprio Tim, il conduttore del programma!

"Non è possibile", ha detto Bobby. "La mia macchina è in condizioni decisamente migliori di quel vecchio secchio arrugginito!"

Aveva ragione. Mentre veniva distratto dall'esca, qualcosa di completamente diverso è entrato in scena: una Cortina completamente restaurata, nuova fiammante, con Fuzz al volante, e una folla felice degli amici e dei parenti più stretti di Bobby che seguivano in processione.

"Canaglie!" Ha gridato Bobby, ridendo. "Dio mio, sarebbe questa la mia macchina?!"

Non c'era altra spiegazione: Car SOS aveva fatto il suo lavoro.

"So che la Cortina gli è molto cara, perché ci raccontava tante storie a riguardo, e noi volevamo fare qualcosa per lui, per renderlo felice", ha detto Harvinder, guardando il viso di Bobby, pieno di incredulità e gioia.

E in un attimo, tra applausi, lacrime e abbracci, dopo 22 anni di separazione, Bobby e la sua Ford Cortina di 50 anni si sono riuniti - e ora sono pronti a mettersi in viaggio insieme.

Bobby e la sua Ford Cortina Mark III, felicemente riuniti (Foto: https://www.leicestermercury.co.uk/)

"È stato fantastico non solo partecipare al programma, ma anche aver contribuito a riportare in vita l'auto di Bobby con la scansione e la stampa 3D", ha aggiunto Nick. "L'auto è stata un bel progetto su cui lavorare, e una delle parti mancanti era quella che siamo riusciti a scansionare e riprodurre per completare l'interno".

L'episodio sulla Ford Cortina Mark III è stato trasmesso per la prima volta su National Geographic il 13 maggio 2021. Per ulteriori informazioni sul programma Car SOS, visitate https://www.natgeotv.com/za/shows/natgeo/car-sos#episodes-t9

Vuoi che ti spediamo questo articolo via mail?

Scopri per primo tutte le novità e offerte di Artec 3D.