Rimpicciolire una dettagliata statua alta sei metri con Artec Leo per aumentare la consapevolezza sul traffico di esseri umani

20/07/2021

Di Loretta Marie Perera

Dicono che tutte le strade portano a Roma. E in questo caso, la strada dal Canada al Vaticano è stata resa possibile dalla scansione 3D. Lo scultore canadese Timothy Schmalz si è ritrovato col duro compito di ridare vita a una monumentale scultura, commissionata dal Vaticano per sensibilizzare l'opinione pubblica sul traffico di esseri umani, in due diverse incarnazioni: 10 statue in bronzo, riprodotte a grandezza naturale, da collocare in città di tutto il mondo, e delle versioni più piccole da stampare in 3D e inviare a centinaia di luoghi internazionali, con una in particolare da presentare al Papa.

Lo scultore di fama mondiale Timothy Schmalz presenta la sua scultura in argilla altamente dettagliata

"Tim ha una bottega in una piccola città, uno spazio gigantesco pieno delle sue sculture folli", riferisce Steve Cory, presidente di Objex Unlimited, partner certificato Gold di Artec 3D. "Ha già eseguito diversi lavori per il Vaticano e per il Papa. Si possono trovare diverse sue foto con il Papa precedente, molte delle sue sculture sono state persino benedette."

Per quanto impressionante sia il portfolio di Tim, per lo specialista d'arte cattolico questo pezzo intitolato "Let the Oppressed Go Free" era diverso.

"Scolpisco da 30 anni", ha detto Tim, che è anche l'uomo dietro la famosa statua "Homeless Jesus", che ha fatto notizia in tutto il mondo. "La cosa affascinante è che ho passato molte lunghe notti a cercare di riprodurre le mie sculture."

Con versioni più piccole della statua l'arte è immediatamente più accessibile - ed esportabile - in tutto il mondo. Grazie alla scansione 3D - in questo caso lo scanner Leo con la modalità HD di Artec Studio - l'intera scultura alta sei metri è stata scansionata e ridimensionata con successo per un'ulteriore produzione, completa di dettagli di ogni figura fino ai loro vestiti, accessori, posture, volti, capelli ed espressioni.

Stampata in 3D dai dati ad alta risoluzione di questa statua di grandi dimensioni, con ogni dettaglio preservato

"È davvero un grande vantaggio poter ridurre la grande statua a una dimensione più piccola in modo che più persone possano vederla", ha detto Tim, aggiungendo che le versioni stampate più piccole servono anche a promuovere i pezzi più grandi. "Il dettaglio di questa statua stampata è incredibile", ha detto Tim. “Ma non solo il dettaglio, anche l'espressione umana che si vede all'interno di questa piccola scansione. È assolutamente incredibile."

La statua è composta da circa 100 figure che rappresentano le vittime del traffico umano, da una sposa bambina a un bambino soldato, giovani vittime di traffico sessuale, traffico di organi, schiave del sesso e altre ancora. "La tratta di esseri umani non è un'unica storia", ha detto Tim. "Questa scultura racconta le storie di cento volti diversi."

Questo, ha detto, non sarebbe stato possibile senza la scansione 3D: il modello in scala attuale è il più vicino possibile all'originale, senza nessun dettaglio mancante.

"Ora che vedo cosa offre questa tecnologia capisco che è assolutamente sbalorditiva", afferma Tim. "É impossibile che un essere umano possa creare tutto questo da solo. Non avrei potuto io stesso creare questa versione più piccola, e sono lo scultore dell'opera originale!"

Prima della scansione 3D

Tim Schmalz e Objex Unlimited hanno iniziato a lavorare insieme intorno al 2015. "Da allora, probabilmente ho scansionato 25 o 30 delle sue sculture", ha detto Steve. Per questo particolare lavoro sono stati chiamati in causa Artec Leo e la modalità HD.

"Tim fa molte riproduzioni più piccole delle sue opere più grandi, che da sempre scolpisce a mano", ha spiegato Steve. "Riguardo a una delle prime sculture che ho scansionato per lui ha detto che ci ha messo 150 ore per ricrearla in scala più piccola da solo - e non ne è mai stato soddisfatto."

"Ho scansionato le sue opere con Leo, con Spider, con Eva e con una combinazione di essi, ma in questo caso Leo e la modalità HD hanno davvero cambiato le carte in tavola", ha detto Steve, che desiderava scansionare la statua da quasi un anno.

Essere in grado di ricreare l’enorme scultura con Artec Leo e poi rimpicciolirla ha fornito diversi vantaggi. Il processo ha avuto luogo in un batter d'occhio e il team stesso è rimasto colpito dalla sua fluidità.

Ogni figura nella scultura è stata ricreata nel minimo dettaglio

La scultura lunga 6 metri è stata scansionata in tre ore nell'arco di due giorni, con altre due ore per caricare tutti i dati e solo 10 ore per metterli insieme, ha detto Steve. Tutta l'elaborazione è stata eseguita in Artec Studio, usando ZBrush per alcuni piccoli ritocchi.

"Anche durante la scansione, bagna costantemente questi modelli e si assicura che non si rompano troppo", ha ricordato Steve. "Essere in grado di completare la scansione rapidamente aiuta a mantenere l'integrità della scultura stessa."

Durante questo periodo, molte delle teste sulla scultura erano state rimosse e il lavoro di scultura era continuato. Quando le teste sono state rimesse, erano in posizioni leggermente diverse.

"Alcune caratteristiche della scultura erano state modificate, quindi ho dovuto scansionarle di nuovo", ha detto Steve. "È qui che Artec Studio è stato di grande aiuto, in quanto ho potuto modificare aree di alcune scansioni e poi unirle ad altre: la vera chiave qui è stata l'ampio campo visivo di Leo e l'allineamento automatico alle scansioni precedenti."

Con l a sua elaborazione integrata e il suo display touch-screen, Artec Leo offre un facile processo di scansione con tutta l'attenzione concentrata sull'attività da svolgere e senza laptop e cavi tra i piedi. Se abbinato alla modalità HD, Leo è ora alimentato da intelligenza artificiale, acquisisce ed elabora i dati in 3D a colori e ad altissima risoluzione con una densità di scansione da 1X a 64X, con ogni bordo e angolo ricostruito con poco o nessun rumore. Questa tecnologia, la prima del settore, si è rivelata davvero utile per un compito esteso e ricco di dettagli come questo.

"Per qualcosa di così grande mi aspettavo che avremmo impiegato 10 o 15 ore, ma in questo caso ci è voluto pochissimo tempo", ha detto Steve. "Con la modalità HD è stato strabiliante. Mi sbalordisce ogni volta e non eseguiamo più scansioni senza. Non avrebbe senso, così è molto meglio."

E il risultato finale non ha deluso.

"È straordinario, assolutamente incredibile, ma la cosa veramente sorprendente è che abbiamo trascorso solo due ore a pulire digitalmente questa imponente scultura", dice Steve. "Non ha richiesto molto tempo perché i dati raccolti fa Leo erano eccezionali così com'erano."

Elaborato in modalità HD da Artec Studio, il modello finale era vicino a 100 GB di dati

Piani più grandi

Mentre i modelli, stampati su stampanti 3D Mimaki, iniziano a viaggiare per il mondo, anche le grandi statue in bronzo sono in lavorazione. Il processo dall'argilla al bronzo richiede sei mesi per pezzo, e le 10 statue verranno realizzate nello studio di Tim in Cina. La prima scultura in bronzo verrà inviata a un'organizzazione a Washington.

Anche se si ricorre ancora alla produzione di stampi tradizionali, anche la scansione 3D gioca un ruolo non da poco in questo processo. "Se uno degli stampi è rotto o impreciso", ha spiegato Steve, "può essere ricostruito utilizzando le scansioni".

Ogni dettaglio della scultura è stato catturato come si vede nella versione stampata in 3D

Questo aiuta molto anche nel processo di controllo della qualità: invece di guardare a delle immagini è disponibile un riferimento digitale estremamente dettagliato e accurato.

Le scansioni aiutano anche il processo di installazione: in questo caso un file DXF (Drawing Exchange Format) della sagoma della statua è stato inviato agli architetti che lavorano su una delle installazioni per assistere nella pianificazione delle misurazioni per l'installazione. "È praticamente impossibile ottenere qualcosa di abbastanza accurato misurando fisicamente", ha detto Steve.

Cosa accadrà dopo

Mentre la prima stampa della statua più piccola è già arrivata a Roma, la presentazione della statua al Papa è stata sospesa a tempo indeterminato a causa delle regole di distanziamento sociale in Vaticano. Ciononostante, c'è ancora molto lavoro da fare per far conoscere questa scultura il più estensivamente possibile.

"[Come artista] sono completamente grato per questa 'piccola' scansione, che ha portato una scultura di 6 metri - molto difficile da spostare - a una dimensione più piccola", ha detto Tim, che spera di diffondere questo messaggio il più ampiamente possibile attraverso la sua arte.

“Papa Francesco ha detto che la tratta di esseri umani esisterà sempre, se mantenuta sottoterra”, dice Tim. "E questa scultura, e la sua piccola replica, porterà consapevolezza e la farà emergere da sotto terra."