Scansione in 3D racconti dell’orrore!

29/10/2016

Con l’arrivo di Halloween ci troviamo nel periodo migliore per condividere racconti dell’orrore ... sulla scansione in 3D!

Forse siete al corrente che la scansione di oggetti di colore scuro e lucenti rappresenta un’impresa assai ardua, e che se si prova a scansionare un oggetto lucido, non si riuscirà mai ad ottenere un buon risultato ... ma nessuna paura, noi risolveremo tutti i misteri e allontaneremo tutte le vostre paure, una volta che scoprirete quanto sia facile evitare questi “orrori” di scansione.

Maschera di Jack-o-Lantern: le apparenze ingannano 

Non sarebbe Halloween senza quelle lanterne di zucca, mostrate con orgoglio ovunque si guardi. Se hai paura di catturare un oggetto del genere e ottenere tutti i dettagli, ti assicuriamo che è più facile di quanto sembri, quando hai sottomano uno scanner Artec 3D. Ad esempio, questa minacciosa maschera di Halloween è stata catturata utilizzando il versatile Artec Eva, e sono bastati trenta secondi per scansionarla tutta, e solo due minuti per l'elaborazione. Sì, meno di tre minuti! Niente marcatori, niente polvere di talco, niente guai e niente problemi. Solo un fantastico modello 3D realistico! Quindi, anche se alcuni oggetti potrebbero sembrare difficili da catturare non farti prendere dalla paura, perché la maggior parte degli oggetti che dovrai catturare saranno facili da scansionare, e per quelli che potrebbero richiedere preparazione aggiuntiva vi presentiamo la nostra mini guida di Halloween!

La Zucca (Scansione della parte interna di un oggetto)

Qualche volta non basta scansionare la parte esterna di un oggetto. Arriverà il momento in cui dovrete catturare anche l’interno. Non spaventatevi, gli scanner di Artec saranno in grado di svolgere questo compito!

L’immagine di questa zucca decisamente impressionante, che ci immerge direttamente nel clima di Halloween, è stata catturata sia nella parte interna sia sul lato esterno. Scansionare l’interno della zucca e i suoi intagli, come il naso, gli occhi e la bocca può rappresentare un’impresa assai ardua per molti scanner, ma assolutamente non per i nostri dispositivi!

Scansionare l’interno della zucca e i suoi intagli, come il naso, gli occhi e la bocca può rappresentare un’impresa assai ardua per molti scanner, ma assolutamente non per i nostri dispositivi!

 

Innanzi tutto, il lato esterno della zucca è stato scansionato con Eva; in seguito, i bordi taglienti delle incisioni sono stati catturati con Space Spider per ottenere una maggiore precisione. Dopo aver scansionato la parte esterna della zucca, si è tagliato l’oggetto a metà per catturare il lato interno.

Queste scansioni sono state poi unite a quelle esterne utilizzando la geometria e la struttura sovrapposta catturata durante la prima scansione, quando la zucca era integra. La combinazione nell’utilizzo di Eva e di Space Spider vi permette di catturare oggetti di diverse forme e dimensioni, e con estrema precisione. Artec Studio, il nostro software di post elaborazione multifunzionale, può essere utilizzato per allineare in maniera accurata le scansioni realizzate e creare modelli di precisione in 3D.

Abito del demonio (Scansione di oggetti scuri e lucenti)

Per molti scanner, riuscire a catturare superfici scure rappresenta un vero e proprio incubo, lasciamo stare gli oggetti scuri E lucidi! Questo avviene perché le superfici lucide tendono a riflettere il fascio luminoso dello scanner, mentre le superfici di colore nero sono difficili da catturare perché assorbono la luce dello scanner, impedendo al dispositivo di distinguere la forma dell’oggetto. Gli scanner di Artec sono in grado di catturare con estrema precisione anche le tonalità più scure. Così, catturare gli oggetti scuri e lucenti non sarà più un’impresa spaventosa!

Questo demonio che indossa un abito scuro è stato scannerizzato dalla Second Chance Games & Visual Effects utilizzando sia il dispositivo Eva sia Spider per un episodio di Sleepy Hollow.

Compiere alcuni semplici gesti, quali aumentare la sensibilità dello scanner e diminuire leggermente la sua luminosità, hanno fatto sì che questo demonio terrificante abbia potuto prender vita nello schermo d’argento!

“L’abito che egli indossa era composto di diversi tessuti. Alcuni erano a rete, pertanto era possibile vedere attraverso di essi,” dichiara Vic Holt, Vice presidente del 2cgvfx. “In alcuni tratti esso era invece lucido e scuro ... due elementi assai difficili da trattare in una scansione!”. Un’affermazione vera per molti, ma non per gli scanner di Artec 3D.

Compiere alcuni semplici gesti, quali aumentare la sensibilità dello scanner e diminuire leggermente la sua luminosità, hanno fatto sì che questo demonio terrificante abbia potuto prender vita nello schermo d’argento!

Se state scansionando oggetti di colore scuro e lucido, come ad esempio plastica nera o scarpe di pelle verniciata, potete applicare degli spray antiriflesso per garantire l’ottenimento di una scansione nitida e di elevata precisione. Tenete lo scanner a novanta gradi, per assicurarvi che il modello proiettato si adagi in maniera più precisa sull’oggetto, agevolando in tal modo anche il processo di scansione. Disponendo di una sufficiente luminosità mentre si opera la scansione garantirà anche una presa dell’oggetto più facile e più corretta. Di grande aiuto è anche l’impiego dello strumento “fusione in tempo reale” dell’Artec Studio. Questo dispositivo vi consente di osservare la creazione del vostro modello mentre scansionate, in modo tale che avete la possibilità di verificare in tempo reale se state catturando dati a sufficienza e state realizzando buone scansioni.

Pugnale (scansione di oggetti con bordi sottili /piccoli dettagli)

La scansione di oggetti sottili può rappresentare un’impresa assai ardua, poiché nella maggior parte dei casi, gli scanner incontrano molte difficoltà nel catturarli. Dato che l’area che deve essere catturata è così sottile in alcuni oggetti come ad esempio i coltelli, alcune volte il tracciato dello scanner non è proiettato completamente nell’oggetto.

Scannerizzare oggetti con bordi sottili, dotati di piccoli dettagli e di una superficie lucida da catturare è ancora più terribile! Come già affermato in precedenza, le superfici lucide risultano assai difficili da scansionare perché riflettono il tracciato dello scanner, impedendo al dispositivo di tracciare sia la geometria sia la struttura dell’oggetto scannerizzato.

Questo pugnale estremamente appuntito è stato scannerizzato da Space Spider e come potete vedere, non vi è nulla da temere! La scansione di questa terribile arma è stata possibile grazie al perseguimento di alcune semplici regole.

La scansione di oggetti sottili può rappresentare un’impresa assai ardua, poiché nella maggior parte dei casi, gli scanner incontrano molte difficoltà nel catturarli. Scannerizzare oggetti con bordi sottili, dotati di piccoli dettagli e di una superficie lucida da catturare è ancora più terribile! Questo pugnale estremamente appuntito è stato scannerizzato da Space Spider e come potete vedere, non vi è nulla da temere!

 

Come per la scansione di superfici scure e lucide, anche la cattura di oggetti con bordi fini è migliore se si tiene lo scanner a una posizione di novanta gradi. Se lo scanner incontra delle difficoltà nel catturare un oggetto lucido, potrete sempre utilizzare uno spray antiriflesso e lo strumento di “Fusione in tempo reale” dell’Artec Studio. In questo caso non è consigliabile aumentare la luminosità dello scanner. Importante, quando si scannerizza un oggetto lucido, è ricordarsi di avere un oggetto non lucente nel campo visivo dello scanner, come ad esempio un tavolo, o qualunque altro sfondo. Ciò aiuterà lo scanner a differenziare i due oggetti e a catturare l’oggetto lucido in maniera più precisa.

Quando si scannerizzano oggetti dai bordi sottili o dotati di piccoli dettagli, si possono incontrare numerose difficoltà, in quanto non tutta la superficie dell’oggetto è visibile allo scanner: in primo luogo, si possono avere problemi nel conservare la registrazione mentre si scansiona; in secondo luogo, unire le due superfici piane dell’oggetto può risultare davvero complicato; e infine, la registrazione globale delle scansioni nel software Artec Studio può risultare assai difficile da compiere.

Per garantire una corretta scansione di oggetti dai bordi fini, si consiglia di scannerizzare tali oggetti ponendoli su uno sfondo dotato di molta trama. Inoltre, per garantire la stabilità dell’oggetto, è possibile fissarlo a un piano utilizzando strumenti quali ad esempio pinze. Anche se i lati dell’oggetto sono simmetrici, è importante scannerizzare tutti i lati, compresa la parte alta. In seguito, l’oggetto può essere allineato attraverso i suoi tratti, sia strutturali sia geometrici. In questa fase è assai importante ricordarsi di non rimuovere il piano e non utilizzare lo strumento base di rimozione, in quanto il risultato finale migliore si ottiene con l’impiego della geometria e della trama sia dell’oggetto sia dello sfondo. Ad esempio, per scannerizzare meglio la punta del pugnale, lo abbiamo posto su un pezzo di carta e lo abbiamo scannerizzato in questo modo per riuscire ad ottenere una migliore registrazione.

Ecco un'altra storia di successo. L'ultra-preciso Artec Space Spider è stato utilizzato per scansionare un altro protagonista di Halloween: un ragno.

E non un ragno qualsiasi. Con un solo colore con cui lavorare, la geometria della superficie ripetitiva e quelle gambe sottili, lunghe e traballanti, ognuna di 25 cm, catturarlo con qualsiasi altro scanner sarebbe stato un vero problema.

Per essere sicuri di avere una scansione pulita, le gambe del ragno sono state fissate in un unico punto e tenute insieme strette, in modo che lo scanner ne avesse diverse nel suo campo visivo per fornire una superficie sufficiente per il tracciamento e catturare facilmente tutti i dati 3D richiesti. Se si ha a che fare con un oggetto con "gambe" simile a quello che abbiamo scansionato, meglio non cercare di catturarle separatamente, e assicurarsi che siano belle stabili per evitare qualsiasi movimento non necessario, che potrebbe avere un impatto sulla qualità finale del modello 3D.

Inoltre, per una migliore registrazione, assicurati di avere il maggior numero possibile di geometrie nel campo visivo dello scanner. Ad esempio, puoi utilizzare altri oggetti, con uno sfondo colorato o di testo stampato. Assicurati di sperimentare anche con la posizione effettiva di qualunque cosa tu stia catturando. Cambiare la posizione del tuo oggetto di pochi gradi può tradursi in un'enorme differenza nei risultati finali. Una volta scelta la posizione ottimale del ragno, la scansione ha richiesto circa 30 minuti, e solo un'altra mezz'ora per elaborare i dati acquisiti. Ta-da!

Lupo mannaro (scansione del vello e del pelo)

Per alcuni scanner, la scannerizzazione sia del vello sia del pelo può rappresentare un’impresa assai ardua. I peli degli individui sono troppo piccoli e sottili per essere catturati, poiché, come accade per gli oggetti dai bordi fini, non vi è sufficiente spazio per proiettare totalmente il modello dello scanner. Di conseguenza, essi devono necessariamente essere catturati come una superficie.

Prima di eseguire la scannerizzazione, il pelo di questo pietrificante lupo mannaro peloso è stato pettinato con una spazzola per capelli per appiattirlo un po’, in modo tale da permettere allo scanner di catturare facilmente le superfici pelose. Per lo stesso motivo, è stato innalzato il livello di sensibilità del dispositivo.

Nel complesso, gli scanner dell’Artec sono degli strumenti fantastici e assai utili quando vi sono in giro dei lupi mannari che devono essere catturati in tutta la loro fama terrificante.

 

L’elegante camicia a disegni indossata dal lupo mannaro ha permesso allo scanner di catturare in modo migliore la bestia. La combinazione tra il pelo appiattito e la camicia dalla trama operata ha favorito una scansione in 3D estremamente accurata.

Un altro aspetto su cui prestare attenzione quando si scannerizzano lupi mannari (o persone) con le mani sollevate e le dita allargate, è che si tende sempre a muoverle leggermente, poiché è stancante tenerle ferme nella stessa posizione per lungo tempo. Per ottenere un buon risultato, eseguite innanzi tutto una scansione della mano e delle dita, poi procedete alla scannerizzazione del resto del corpo.

Alcune piccole regole quando si esegue una scansione del pelo o del vello. Innanzi tutto spazzolare il pelo o il manto per appiattirlo. In questo modo, il modello dello scanner può essere proiettato sulla superficie in maniera molto più precisa, consentendo una migliore scannerizzazione. Gli scanner dell’Artec catturano in maniera accurata sia il pelo scuro sia quello chiaro. Se possibile, quando eseguite una scansione del pelo o del vello, assicuratevi di avere nel campo visivo degli scanner un oggetto dotato di una trama elaborata.

Nel complesso, gli scanner dell’Artec sono degli strumenti fantastici e assai utili quando vi sono in giro dei lupi mannari che devono essere catturati in tutta la loro fama terrificante.

Bottiglia della pozione magica (scansione di oggetti trasparenti)

Come per la scannerizzazione di superfici lucide, anche la scansione di oggetti trasparenti può rappresentare un’impresa assai ardua da compiersi. La luce dello scanner attraversa semplicemente l’oggetto, senza avere nessuna superficie su cui riflettersi.

Questa bottiglia di pozione magica è stata riempita con una pozione di colore blu con lo scopo di abbassare il suo livello di trasparenza e, in seguito, è stata scansionata con Space Spider in due fasi.

Come per la scannerizzazione di superfici lucide, anche la scansione di oggetti trasparenti può rappresentare un’impresa assai ardua da compiersi. Questa bottiglia di pozione magica è stata riempita con una pozione di colore blu con lo scopo di abbassare il suo livello di trasparenza e, in seguito, è stata scansionata con Space Spider in due fasi.

 

Innanzi tutto, si è eseguita una scansione della bottiglia per catturarne la sua trama. Durante questa fase di scansione, il livello di sensibilità è stato innalzato e, per ottenere i migliori risultati, lo scanner è stato posto a novanta gradi.

La seconda fase della scansione è stata mirata a catturare la geometria della bottiglia. In questa fase, il livello di sensibilità non è stato aumentato ed è stato utilizzato uno spray antiriflesso.

In seguito si è proceduto a una scannerizzazione della bottiglia nel verso sia dritto sia a rovescio per ottenere una migliore registrazione e senza rimuovere lo sfondo riccamente operato. Dopo aver unito le scansioni della bottiglia realizzate con e senza l’impiego dello spray antiriflesso, si è giunti alla creazione di un perfetto modello in 3D, che mostra i dettagli più complessi dell’oggetto a un elevato standard qualitativo. Che magia!

Per eseguire una scansione di superfici trasparenti, come per quelle lucide, la prima cosa da fare è applicare dello spray antiriflesso sull’oggetto. Altri rimedi utilizzati sono quelli di avvolgere l’oggetto in questione in una stretta busta di plastica o porre delle sagome su di esso. Per consentire allo scanner di individuare un oggetto trasparente dotato di parti simmetriche, si consiglia di porlo su una superficie di sfondo dalla trama molto operata. Ciò permetterà allo scanner di distinguere nettamente le parti dell’oggetto. Se l’oggetto trasparente che state scannerizzando può essere posto in un congelatore (come, ad esempio, una bottiglia), il gelo potrà aiutare lo scanner a catturare l’oggetto. Potete anche riempire l’oggetto trasparente con liquido colorato non trasparente. Anche questo rimedio può aiutare lo scanner a catturare in maniera più precisa l’oggetto.

Il diorama di Doom: scansione di angoli difficili da raggiungere e dettagli intricati

Alcuni oggetti possono essere troppo semplici da scansionare, ma ci sono anche quelli con geometrie e dettagli complessi, come questo drammatico diorama del videogioco Doom.

Con una larghezza di 46 cm e un'altezza di 38 cm, questa inquietante opera d'arte fatta a mano ha molti dettagli minuti, come gli artigli e gli schizzi di sangue verde dei mostri. A causa della sua complessa geometria, alcune parti dell'oggetto erano nascoste o difficili da scansionare usando solo lo Space Spider. E a rendere le cose ancora peggiori, alcune delle parti del diorama sono state realizzate utilizzando materiale lucido. Un vero incubo, no? Non preoccupatevi, perché abbiamo una soluzione. Due, in realtà; Artec Eva e Artec Space Spider.

Abbiamo usato entrambi gli scanner per realizzare questo perfetto modello 3D dell'opera. Innanzitutto, abbiamo dovuto preparare l'oggetto per la scansione. Per assicurarci che il bagliore del diorama non rovinasse le nostre scansioni, abbiamo utilizzato alcuni spray Cyclododecan dopo la scansione iniziale, per dare alla superficie dell'oggetto una finitura opaca, senza usare talco o altre sostanze intrusive. Lo spray Cyclododecan è ottimo anche perché non ha bisogno di essere lavato via. Si dissolve da solo in pochi minuti. Puf, come per magia!

Una volta finito , abbiamo usato Space Spider per catturare l'oggetto. Per oggetti come questo, con angoli difficili da raggiungere e dettagli intricati, è importante pensare alla traiettoria della scansione, in quanto si vuole essere sicuri di ottenere il maggior numero possibile di oggetti. Assicurati di sapere quanto il tuo dispositivo sia in grado di catturare i dati “in profondità” e integralo con un altro, se necessario. Dopo aver ottenuto i dati dallo Space Spider, abbiamo utilizzato Eva per ottenere scansioni 3D di qualità ancora maggiore. I dati di entrambi gli scanner 3D sono stati poi combinati nel potente software 3D di scansione e post-elaborazione Artec Studio 13 per creare questo modello 3D di Halloween incredibilmente dettagliato!

Come potete vedere, ora non vi è nulla di cui aver paura! Prendete il vostro scanner dell’Artec e scannerizzate via tutti i vostri timori, poiché non vi è nulla che non possa essere scansionato, comprese le pozioni magiche e i lupi mannari.​

Contattaci