Aiutare Mimi a respirare, con Artec Space Spider

17/11/2020

Di Loretta Marie Perera

Non capita tutti i giorni che una società di ingegneria debba aiutare un animaletto nei guai ma, in un caso speciale, questi due mondi si sono incontrati e un cane di nome Mimi ha avuto una nuova prospettiva di vita con alcune delle più recenti tecnologie disponibili.

Mimi in spiaggia

Adaptive Engineering Solutions Ltd. (AES), una società di ingegneria a Newport, nel Regno Unito, utilizza gli scanner 3D portatili Artec Eva e Artec Space Spider dal 2015, scelti dopo aver visitato il partner certificato Artec 3D Gold Patrick Thorn & Co. per una dimostrazione.

"Quello che ci ha convinto è stata la possibilità di scansionare senza appiccicare puntini su tutto il soggetto della scansione, che era davvero un enorme inconveniente! Abbiamo utilizzato gli scanner per una varietà di attività, dalle ispezioni di costruzione di pale delle turbine eoliche, al reverse engineering di auto classiche e scafi di barche, alle ispezioni di qualità di stampi in miniatura e parti stampate a iniezione," ha affermato l'Amministratore Delegato Gordon Mucklow.

Ma nonostante il loro ampio portfolio di scansioni, presto sarebbe arrivato un nuovo progetto, molto diverso e molto speciale. Mimi è entrata in scena per la prima volta quando il suo proprietario, Ben, li ha chiamati, alla disperata ricerca di qualcuno che li aiutasse. Nata con un soffio al cuore e un'irregolarità dei denti, i problemi di Mimi sono solo aumentati dopo l'attacco di un altro cane quando aveva solo cinque mesi. Ciò ha portato a una trachea perforata, un'infezione e due operazioni alla gola. Le è stata data una misera possibilità di sopravvivenza del 10%.

I veterinari hanno agito rapidamente, facendo tutto quanto in loro potere per salvarla. Ogni misura è stata presa per garantire a Mimi una vita lunga e confortevole: le è stato aperto un foro lungo sei centimetri nel collo nel quale è stato inserito un tubo che le permetteva di respirare. Questo tubo richiede una pulizia tre o quattro volte al giorno e porta con sé il timore costante che possa contrarre un'infezione o soffocare a causa del blocco.

Ma un brutto giorno, il tubo si è rotto. Riparato temporaneamente con della colla, il tempo stringeva e la vita di Mimi dipendeva da una rapida soluzione. Ben doveva procurarsi un tubo che funzionasse così come dei tubi di scorta per una prossima possibile emergenza.

Alla disperata ricerca di aiuto, Ben ha chiamato le aziende di design locali in cerca di assistenza, ma dotate di stampanti 3D anziché di scanner, hanno dovuto rifiutare il lavoro. Dotato di una soluzione al problema e di una buona misura di amore per i cani, il team di AES ha deciso di dare una mano. "Siamo un ufficio di amanti dei cani, quindi è stato un vero colpo di cuore per noi. Abbiamo deciso di aiutare dato che potevamo spostare il nostro carico di lavoro, e siamo stati anche in grado di offrire aiuto e consigli per quanto riguarda la stampa," ha detto Gordon.

Avendo lavorato con Gordon per anni, Patrick Thorn ha assistito AES nella ricerca di soluzioni di scansione 3D in una serie di progetti. "Ogni tanto Gordon ci contatta in una chat apposita per essere aiutato", Ha detto Patrick. "Sono così nati molti altri progetti. Queste nuove conoscenze li hanno portati a un passaggio cruciale: trovare una soluzione per aiutare Mimi quando nessun altro sapeva cosa fare."

Pur fiduciosi di poter trovare una soluzione, il lavoro presentava una serie di sfide. "La parte che ci è stata data per la scansione era una plastica trasparente per uso medico, ma era diventata fragile nel tempo ed era già stata riparata più volte dopo una serie di rotture", ha spiegato Gordon. "Essendo ingegneri, desideravamo mantenere l'intento progettuale della parte originale, come le sezioni trasversali interne del tubo (per consentire alla stessa quantità d'aria di passare attraverso il tubo) e per garantire che la 'forma' della nuova parte fosse il più vicino possibile a quella che ci era stata fornita, poiché era la più comoda da usare per Mimi, visto che in passato aveva rifiutato altri tubi."

Garantire la coerenza tra i tubi nuovi e quelli originali era fondamentale.

Come soluzione, il team ha utilizzato uno spray di gesso solubile per rendere la superficie opaca, per consentire loro di eseguire la scansione. Le superfici iniziali del pezzo erano già pronte in circa 30 minuti, utilizzando Artec Studio 14 e Artec Space Spider. Due scansioni della parte sono state ricavate da diversi orientamenti su una piattaforma girevole, che sono state quindi registrate e allineate utilizzando gli strumenti all'interno di AS14. "Una fusione veloce è stata sufficientemente precisa per tutta la geometria catturata", ha ricordato Gordon, "il tutto mentre il povero Ben osservava in preda all'ansia!"

Artec Space Spider è uno scanner 3D ad alta risoluzione basato sulla tecnologia della luce blu, ed è l'ideale per catturare piccoli oggetti o dettagli complessi di oggetti di grandi dimensioni. La capacità di eseguire il rendering di geometrie complesse, inclusi spigoli vivi e nervature sottili, combinata con un'elevata precisione, lo rende un leader nella scansione industriale per catturare qualsiasi cosa, dalle parti per lo stampaggio alle monete, dalle chiavi ai tubi di respirazione.

Aggiungendo il software Rhino e Mesh2Surface al loro processo per consentire modifiche e alterazioni, Gordon e il suo team sono stati in grado di creare superfici CAD native che potevano poi manipolare per ricreare la parte, rimuovere eventuali anomalie (sulla scansione della parte rotta) e assicurarsi che fosse adatta per la stampa 3D.

Una scansione riuscita!

"Abbiamo fatto il tutto in 24 ore dalla prima chiamata e abbiamo inviato il file a un fornitore di stampa 3D con cui Ben aveva già parlato, e hanno prodotto rapidamente le parti", ha detto Gordon. "Siamo assolutamente soddisfatti del risultato. Senza la scansione, ci sarebbero voluti enormi quantità di tempo e sforzi per mappare la geometria a mano - dato l'alto grado di personalizzazione necessario per Mimi, era importante mantenere le curvature e le dimensioni il più vicino possibile a quelle originali. Era davvero il progetto ideale per Artec Space Spider."

Il tubo respiratorio di Mimi al suo posto

"È davvero piacevole incontrare un'azienda che fa di tutto per aiutare i propri clienti", ha detto Ben, che ora sta lavorando a un libro ispirazionale sulle avventure di Mimi. "Io e Mimi siamo estremamente grati per la loro assistenza e raccomando caldamente i loro servizi."

AES è anche felice di aver potuto contribuire a un progetto così personale - qualcosa di raro per una società di ingegneria. "Siamo entusiasti del progetto Mimi, che mette in evidenza la nostra capacità di affrontare sia enormi progetti di ingegneria a lungo termine", ha detto Gordon, "sia attività più piccole, immediate e ad alto impatto, come aiutare Mimi a respirare."

Contattaci