Artec crea trofei

09/01/2012

"E il vincitore è ..." - queste parole generano un sacco di emozioni in tutto il mondo. In Russia gli specialisti usano gli scanner Artec per conservare reperti storici e archeologici, mentre in Giappone il nostro scanner L aiuta a creare statuette per trofei e premi.

Ueno Kigata, che ha acquistato i propri scanner da Datadesign, il rivenditore autorizzato di Artec in Giappone, ha deciso di creare repliche per busti e rilievi di targhe, memoriali e sculture. L'azienda facilita l'intera linea di produzione dalla scansione 3D alla stampa 3D. Ueno Kigata utilizza gli scanner Artec MH e L per catturare con precisione gli oggetti, che vengono poi fresati dal legno o stampati in alluminio. Dato che gli scanner Artec sono completamente portatili, l'azienda utilizza due modi per acquisire l'oggetto originale. Uno è quello di posizionare l'oggetto su un tavolo girevole elettrico e mettere lo scanner su un treppiede, l’altro è tenerlo fermo in mano.

Con l'aiuto della piattaforma rotante, questa statua del Buddha di 40 cm di altezza è stata acquisita in meno di un minuto. Gli scanner Artec allineano i fotogrammi video acquisiti in tempo reale e Artec Studio, il software in dotazione, mostra in tempo reale ciò che viene scansionato. Un altro modo di scansionare in 3D è prendere lo scanner L e semplicemente camminare intorno all'oggetto. Guarda come Ueno Kigata lo fa qui:

Sia il Buddha che la volpe presenti nei video sono stati scansionati per scopi di archiviazione digitale e per promuovere il lavoro del museo in cui vengono conservati. I modelli 3D risultanti possono essere mandati ugualmente trasformati in repliche in legno o alluminio.